Just another WordPress.com site

Ultima

Cav. TONINO COCCO

L’IMPORTANTE NON E’ SOLO ESISTERE, MA VIVERE

Ciao mondo!!

Welcome to WordPress.com. This is your first post. Edit or delete it and start blogging!

BENVENUTI

 

         

UN CARISSIMO AMICO SCOMPARSO.        Scrivimi, possibilmente cose sensate,richiedi o accetta l’amicizia, per condividere: un serio dialogo,sensazioni,esperienze nel sociale e nel  vasto panorama musicale. Se non accettiamo l’amicizia, non ci scambiamo qualche informazione e socializziamo, cosa ci stiamo a fare su queste pagine seppur informatiche?

BENVENUTI SULLO SPACES DI UN MUSICISTA

e-mail       cisomozieri@tiscalinet.it 

 Attività Sociali   web site :     www.cisomozieri.it

su FACEBOOK :    GRUPPO CISOM OZIERI

 

                                                     T O N I N O

                                                                             

Image Hosted by ImageShack.us

RINGRAZIO DI CUORE CHIUNQUE ACCETTI  LA MIA AMICIZIA

LA MUSICA ENTRA IN TE

 

Chiudi Gli Occhi
E Lascia Che La

Musica Entri nel tuo cuore   

 

BY TONINO

UN CARISSIMO AMICO

 
 

 

            

 

       UN’AMICO INDIMENTICABILE , HO AVUTO MODO DI  LAVORARE CON TE,DI TRASCORRERE MOMENTI CONVIVIALI. NON HO DIMENTICATO IL TUO SORRISO,LA TUA VERVE,LA BRAVURA COME CHITARRISTA,IL TUO STILE DI VOCE QUASI INIMITABILE SONO ORGOGLIOSO DI FAR PARTE DI QUELLA SCHIERA DI AMICI CHE HANNO AVUTO IL PRIVILEGIO DI AVERTI CONOSCIUTO.

                       ADDIO MIO CARO IVAN                                                

Sei qui da…

Min: :Sec

                                                      QUESTO E’ IL TEMPO CHE SEI RIMASTO ALL’INTERNO DEL MIO SPACES,GRAZIE.

                            

I NOSTRI GIOVANI

 

 

    

                 IMMAGINI  SIGNIFICATIVE

Sovente apprendiamo dalla stampa e dai mess media, notizie su tragici epiloghi  dovuti  a incidenti stradali, ormai siamo di fronte a un vero e proprio bollettino di guerra. Droga,Alcool e devianze di ogni genere che si sono impossessati dei nostri giovani,molti dei quali indifesi. Noi adulti, Famiglie, Scuola,  Istituzioni e altri Enti preposti, cosa stiamo facendo di concreto per far cessare questa inutile carneficina?

                                                                 NIENTE !

Presi da una frenetica corsa alla carriera,al potere, in una realtà  basata sul consumismo più sfrenato, non ci rendiamo conto che i nostri ragazzi sono in balia di se stessi;  consapevoli che il loro futuro è incerto,non si impegnano nel sociale, nelle aggregazioni sane ,lontani dalla fede e dal credere in Dio,per lasciare spazio alle devianze psicologiche di un Computer, ne traiamo un’esempio lampante dal sito FACEBOOK, dove si rimane allibiti nel visionare alcuni profili  o leggere sconcezze di ogni sorta. Siamo sicuri che tale mezzo informatico fà crescere i nostri giovani? io credo di no! Nel’indole umana esiste anche l’egoismo, ci ricordiamo dei nostri ragazzi quando accade qualcosa, ma, nella nostra debolezza umana, diciamo: " meno male che non è  successo a mio figlio"

                                                   SBAGLIATO  !

Chiunque ha il dovere di impegnarsi affinchè i nostri giovani cambino abitudini e mentalità, usando tutti i mezzi necessari per la formazione, entrando nella loro sfera psicologica, sforzandoci  di capire i loro problemi, le loro incertezze,varando Leggi severissime contro chi attenta alla loro incolumità.  Questa operazione è meno costosa di un giocatore di  calcio, vergognosamente super pagato, di un politico sommerso dai privilegi,di figure professionali super pagate ( a rendimento zero), di sprechi in svariati settori  e nel costruire cattedrali nel deserto.

                                                           RIFLETTIAMOCI !

 

                                        Tonino

 

 
 

ABRUZZO DIARIO DI UN VOLONTARIO

 

      

                         TERREMOTO IN ABRUZZO

 dal diario di un Volontario del Corpo C.I.S.O.M. ITALIA
03.32
 
Il rumore delle porcellane, delle cristallerie che si infrangono per terra.
Il rumore delle ante degli armadi che sbattono.
La terra che trema. Incessante.
La casa che si scuote. Senza tregua.
Il rumore delle pareti che si squarciano.
Le urla.
Fuori il silenzio, il buio.
L’odore acre, ancora vivido, di zolfo che sale dalla terra.
E’ caldo. Umido.
Ancora urla di disperazione, di richieste d’aiuto.
Le sirene delle ambulanze.
Per le strade c’è fumo, polvere…
e quella polvere, amara, la respiriamo.
Ha un sapore strano, di vecchio, di muffa.
E fa male,brucia e  pizzica.
Si corre a prestare i primi soccorsi.
Tanti sono stati già salvati.
Molti sono ancora sotto le macerie.Noi lavoriamo senza sosta,ma purtroppo molti non ce la faranno
 
L’Aquila. Un anno dopo
per non dimenticare. 
Perchè io non l’ho mai dimenticata.   
ANCHE SE FERITA, NON HAI SMESSO DI VOLARE! 
E VOLERAI PIU’ IN ALTO DI COSI’.
 
Volontario C.I.S.O.M. Gruppo Ozieri